Chirurgia della sordità
  ▪ Le otiti croniche semplici
  ▪ Le otiti croniche colesteatomatose
  ▪ L'Otosclerosi
  ▪ L'interruzione della catena ossiculare

Chirurgia tumori base cranica
  ▪ Tumori del basicranio posterolaterale
  ▪ Schwannomi del nervo acustico
  ▪ Paragangliomi del temporale
  ▪ Schwannomi dei nervi misti
  ▪ Meningiomi della fossa cranica posteriore
  ▪ Colesteatomi della rocca
  ▪ Carcinomi del temporale
  ▪ Cordomi e condrosarcomi
  ▪ Parafaringiomi
  ▪ Tumori del basi-cranio anteriore

VIDEO
» Home Page | Patologie trattate  
   
Chirurgia dei tumori della base cranica
Schwannomi del nervo acustico

Circa 700 sono stati i pazienti operati. Nell’85% dei casi l’approccio chirurgico utilizzato è stato la via trans labirintica allargata. Si tratta di un approccio otologico che attraverso la fresatura del labirinto e dell’osso petroccipitale contiguo consente una ampia esposizione sia del condotto uditivo interno che dell’angolo ponto-cerebellare e la rimozione di tumori di ogni dimensioni ( da pochi mm. A 6 cm. di diametro).A parità di esposizione chirurgica l’approccio trans labirintico è caratterizzato da una minore manipolazione delle strutture encefaliche.La preservazione della funzionalità facciale è in funzione delle dimensioni del tumore.Le complicanze attualmente molto rare sono tuttavia sempre temibili.
Nel 15% dei pazienti è stata impiegata la via retro sigmoidea. Tale approccio, riservato a tumori di piccole dimensioni ( con estensione nell’angolo pontocerebellare minore di 10 mm.) e con udito normale o socialmente utile consente la preservazione dell’udito preoperatorio in più del 50% dei casi.
 
  © 2011 DOTT. ROBERTO PARESCHI  -  Privacy Policy Home Page  |  Profilo personale  |  Patologie trattate  |  Dove siamo  |  Contatti